I membri del consiglio comunale di New York City hanno approvato un disegno di legge che vieta la vendita di foie gras.

In effetti, per ottenere il foie gras, ovvero il fegato grasso di anatra o di oca, c’è un processo davvero crudele che vede questi poveri animali forzati a mangiare con un imbuto che viene messo a forza nella gola. E qui mi fermo, perché non voglio turbare gli animi di chi mi legge.

Ed i produttori di questo fegato grasso e gelatinoso continuano a dire che questo tipo di alimentazione forzata non causa dolore né danni alla salute… Mah!

In Italia, il foie gras, è illegale dal marzo 2007, in California dal 2012. In Chicago era vietato nel 2006, ma l’ordinanza è stata abrogata due anni dopo.

E ora è illegale pure in New York City, dove il recente disegno di legge vieta la sua vendita sia in ristoranti che in qualsiasi negozio. Multe di duemila dollari e reclusione fino ad un anno di carcere per chi violerà la legge.

I ristoratori e rivenditori di foie gras sono in rivolta e accusano le autorità cittadine di scelte troppo eccessive e radicali, come al solito pensano solo al loro introito personale, invece di aprire il loro cuore e pensare di cambiare attività, magari verso scelte senza tutta questa crudeltà ingiustificata.

Essi si chiedono se in futuro si vieteranno pure gli hamburger, la carne e il pesce; ma speriamo proprio di sì!

Chissà se veramente un giorno l’uccisione di un solo animale sarà vista come un grave crimine, come disse il grande Leonardo Da Vinci!