I 10 punti chiave per essere un vegano ben nutrito

Se ne dicono tante sui vegani, ma in verità la dieta vegana è una dieta molto sana se ben equilibrata.

Di seguito potete vedere i 10 punti chiave per essere un vegano ben nutrito.

  1. I primi piatti devono essere a base di cereali integrali. Quindi pasta di farina integrale, riso, miglio, grano saraceno, quinoa, ecc.
  2. I primi piatti possono pure essere a base di una zuppa o crema di verdure calda. Questo aiuterà l’organismo a preparare la digestione.
  3. Mangiare ogni giorno dei legumi, per avere il proprio fabbisogno di proteine. Si possono sostituire con una manciata di mandorle, dato che hanno tutti gli amminoacidi essenziali.
  4. Ad ogni pasto dev’essere presente della verdura a foglia verde, ma pure pomodori, cipolla, porri, zucche, zucchine, carote, ecc.
  5. Aggiungere ai pasti dei fermentati, tipo il miso o dei crauti (che rinforzano l’intestino e favoriscono la crescita dei batteri amici).
  6. Usare sale integrale, in quanto contiene una traccia di 92 minerali essenziali. Invece il sale comune è raffinato e contiene specialmente sodio e cloro.
  7. I minerali si possono ottenere soprattutto dalle alghe marine. Basta mangiare una piccola quantità ogni giorno.
  8. Evitare lo zucchero ed eventualmente sostituirlo con sciroppi di cereali o agave. In questo modo si eviterà che la glicemia vada alle stelle.
  9. Per condire le insalate e pietanze, meglio usare l’olio Evo estratto a freddo, di provenienza italiana.
  10. Mangiare frutta di stagione e frutta secca, meglio biologica e di origine italiana. La frutta biologica, come mele e pere, si può mangiare con tutta la buccia, per ottenere i massimi benefici da questi frutti (dopo averla lavata con del bicarbonato).

Vorremmo aggiungere un altro punto chiave per fare una dieta vegana sana: evitare i prodotti veg confezionati.

Sono ultraprocessati e non apportano i nutrienti necessari. Essi possono andare bene nel periodo di transizione.